Addominoplastica - Chirurgia Estetica Addome - Interventi di Chirurgia Plastica su misura

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

    
ADDOMINOPLASTICA - MIGIORAMENTO DEL ASPETTO DEL ADDOME

Di cosa si tratta
L' addominoplastica o chirurgia dell'addome è un intervento che permette di rimuovere l'eccesso di cute e di tessuto adiposo dalla parte sia superiore che inferiore dell'addome e di tonificare i muscoli della parete addominale. Questo intervento chirurgico consente di migliorare l'aspetto di un addome rilassato eliminando l'eccesso di pelle, l'accumulo localizzato di grasso e la lassità dei muscoli addominali.
L'intervento di chirurgia dell’addome è rivolto a coloro che presentano un importante accumulo di grasso o un'eccessivo rilassamento della parete addominale che non è possibile risolvere né con la dieta né con lo sport. L'addominoplastica è quindi molto indicata per le donne che hanno avuto più gravidanze o per pazienti in età avanzata o che hanno subito un forte dimagrimento.
Non ci sono limiti di età per sottoporsi a quest’intervento, tuttavia si consiglia alle donne che stiano progettando gravidanze future di rimandare l’operazione, in quanto l'aumento della pressione endoaddominale rischierebbe di separare di nuovo i muscoli riparati durante l'intervento di addominoplastica. Si raccomanda ai pazienti in sovrappeso di svolgere prima una dieta e poi sottoporsi all’intervento per evitare di dover ricorrere di nuovo alla medesima operazione per eliminare gli eccessi di pelle derivanti dal dimagrimento.

    
Durante la visita
Un'attenta visita specialistica è indispensabile in vista di un’addominoplastica. Durante la prima visita il chirurgo esamina la quantità e la localizzazione dei depositi di grasso presenti nell'addome, l'elasticità della cute, l'eventuale eccesso di pelle e la tonicità dei muscoli della parete addominale illustrando al paziente gli obiettivi ed i risultati estetici possibili. Il chirurgo deve inoltre valutare le condizioni di salute del paziente per escludere la presenza di patologie (pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione) che possono incidere sul risultato finale dell'operazione. Prima dell'intervento vengono fornite  indicazioni specifiche sull’alimentazione pre e post-operatoria, l'assunzione di farmaci, alcool e sigarette.

Finita la visita, il chirurgo, insieme al paziente, decide la procedura chirurgica più adatta al caso. Se il tono muscolare e l'elasticità della pelle sono discreti e si vuole eliminare un accumulo di grasso localizzato nella regione addominale, può essere sufficiente effettuare ad una liposuzione dell'addome. Se il deposito di grasso e l'eccesso di pelle sono circoscritti all'area al di sotto dell'ombelico, si può realizzare un intervento chirurgico meno complicato chiamato mini addominoplastica. Se, invece, il deposito di grasso e gli altri inestetismi di cui sopra sono presenti anche nella parte superiore dell'addome e sui fianchi, sarà necessario procedere ad un' addominoplastica completa. Se, infine, il deposito di grasso e l'eccesso di pelle sono localizzati non solo nella zona anteriore dell'addome e sui fianchi, ma anche nella zona posteriore dorsale allora dovrà realizzarsi un’ addominoplastica circonferenziale.
    

La chirurgia dell’addome viene in genere eseguita in anestesia locale con sedazione anche in day-hospital. In qualche caso raro, quando si tratta di pazienti in età molto avanzata o su esplicità richiesta del paziente, l'intervento può essere svolto in anestesia totale con degenza in clinica di 1-2 giorni.

Intervento
L’incisione relativa all’intervento di addominoplastica viene eseguita nella parte superiore della regione pubica ed è compito del chirurgo personalizzare la cicatrice facendo sì che resti sempre coperta all'interno dello slip. La durata  dell’intervento di chirurgia dell’addome è mediamente di tre ore e si conclude con una fasciatura da tenere per circa 10 giorni. Dopo 7-10 giorni la fasciatura viene sostituata con una apposita mutandina stretta o una fascia elastica.

Decorso Post-operatorio
E’ necessario restare  a riposo con il dorso sollevato per le 48 ore successive all’intervento. Dal terzo giorno in poi è possibile ricominciare a condurre una vita normale senza però sottoporsi ad attività pesanti, saune o bagni turchi. Dopo 7-10 giorni si può riprendere a lavorare se ciò non richiede particolari sforzi fisici; a 4 settimane dall’operazione chirurgica è possibile riprendere anche l’attività sportiva. L’addominoplastica produce generalmente ottimi risultati, risultati sono permanenti soprattutto se ci si impegna nel seguire una dieta bilanciata svolgendo regolare attività fisica.

    
Rischi
Si tratta di un’operazione chirurgica vera e propria in cui le complicanze (sanguinamento, sieroma, perdita di sensibilità della regione addominale ed infezione) sono sporadiche, ma possono verificarsi ed essere facilmente risolte solo se l'operazione viene realizzata da uno specialista in chirurgia plastica all'interno di strutture opportunamente equipaggiate. Per diminuire i rischi di complicanze è in ogni caso essenziale ascoltare i consigli e le indicazioni del chirurgo prima e dopo l'intervento. Ai fumatori si raccomanda di ridurre il consumo di sigarette in quanto il fumo può accrescere il rischio di complicanze e provocare ritardi nella guarigione.










 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu